Bentornato! Con questo articolo concluderemo la nostra guida su come realizzare un audio-corso di successo!

 

 

Una cosa che non ti ho ancora detto ma che è di fondamentale importanza è: fai attenzione a non parlare troppo vicino al microfono, ma nemmeno troppo lontano!

Se sei troppo vicino farai sentire all’ascoltatore ogni tuo respiro, rendendo il tutto molto fastidioso, mentre se ti allontani troppo rischi di creare un “effetto caverna” poco piacevole. Dovrai quindi fare un po’ di prove e trovare la giusta distanza e posizione tra la tua bocca e il microfono!

Inoltre, mi raccomando, quando devi fare una registrazione chiudi citofoni, Skype, cellulari e quant’altro, e assicurati che non si sentano rumori provenienti dall’esterno! Se ti è comodo puoi scegliere di registrare nelle ore notturne, come faccio io.

PROCURATI GLI STRUMENTI ADATTI

 

Non hai una sala di registrazione in cui rifugiarti? Nessun problema! Ti basterà scegliere una stanza tranquilla e un microfono adatto.

Ce ne sono di diversi tipi, tra cui ad esempio il microfono professionale che uso io… Si chiama Yeti Stereo e il prezzo varia da un minimo di circa 100 euro a un massimo di 150. Come al solito lo puoi tranquillamente trovare su Amazon.

Microfono professionale

Una versione più economica invece è costituita dal nostro solito smartphone! Ti basterà prendere le cuffiette che di solito hanno in dotazione, quelle con microfono incorporato, e iniziare a fare delle prove.

In questo caso dovrai tenere il microfono a una distanza fissa aiutandoti con le mani, facendo molta attenzione a non battere.

Cuffiette e microfono smartphone

separatore

INSERISCI UNO “STACCHETTO” TRA LE VARIE TRACCE

Come ti ho spiegato nel precedente articolo, il tuo audio-corso dovrà essere suddiviso in tracce della durata di 10-15 minuti ciascuno.

Può capitare che mentre stai registrando ci sia un imprevisto (vedi ad esempio suocera che suona il campanello!)… Che cosa fare? Ovviamente non dovrai cancellare tutta la traccia se hai già parlato per 5 minuti o più. Ti basterà tenere la parte buona dopo aver tagliato le altre e giocarti il tutto e per tutto sul lavoro di editing!

Esistono programmi appositi per il montaggio audio e video che ti renderanno il tutto davvero molto semplice. Affinché tutto questo funzioni però non dovrai parlare troppo velocemente, altrimenti se tagli una parte si sentirà subito la differenza.

L’ottimale, poi, sarebbe mettere uno “stacchetto” musicale all’inizio e alla fine della traccia. Troverai la musica free che puoi utilizzare senza dover pagare spropositi alla SIAE direttamente sul programma di editing.

Stacchetto musicale

 

PROGRAMMI DI REGISTRAZIONE

 

Di programmi di qualità per la registrazione audio ce ne sono molti, ma quello più in voga al momento è Audacity. Esso ti permette di registrare la tua traccia audio e farci poi tutti i montaggi.

Programma audio registrazione

Un’altra soluzione sarebbe quella di fare dei video in formato mp4 e poi esportarli in mp3 (formato audio)! Ti basterà un programma di editing di video in cui registrare la tua traccia audio in formato mp4, dopodiché potrai trovare un programma di conversione mp4 in mp3 semplicemente su Google. E il gioco sarà fatto!

RAGIONA DA IMPRENDITORE

 

Se con molto senso autocritico ti accorgi che la tua voce non è del tutto adatta a fare un audio-corso nonostante tutto l’esercizio, pensa sempre in grande!

L’eventualità di investire del denaro in uno speaker professionista non è poi così remota. La qualità del risultato finale sarà indubbiamente migliore.

E ora… che cosa aspetti? Mettiti subito all’opera! Io ti aspetto qui per tanti altri consigli utili e guide passo passo.

Alla prossima

Francesco Ciaccia