Benarrivato! Oggi ti elencherò i passaggi chiave per creare il tuo primo audio-corso mp3!

 

 

Già da subito, prima di iniziare a registrare, dovrai definire le caratteristiche che il tuo audio-corso dovrà avere:

  1. Durata totale: dovrai avere già da subito le idee chiare su quanto materiale vuoi fornire. La durata totale di un audio-corso in genere varia dalle 2 alle 3 ore;
  2. Prezzo: in base al prezzo che imposterai, saprai quanto ti dovrai impegnare. Il prezzo invece va dai 17 ai 47 euro;
  3. Numero di audio: come un cd, il tuo corso dovrà essere suddiviso in più tracce. Io ti consiglio di inserire dalle 12 alle 15 tracce della durata di 10-15 minuti ciascuna;
  4. Pubblico a cui si rivolge: quando si vende un infoprodotto, purtroppo, non ci si può mai rivolgere a tutti indistintamente. Pertanto il tuo audio-corso sarà diretto ad una cerchia più o meno ristretta di persone che operano nello stesso ambito, a cui ti rivolgerai con un linguaggio consono.

 

Definire obiettivi audio-corso

 

 

separatore

 

DECIDI L’ARGOMENTO DA TRATTARE

 

Ovviamente l’argomento che andrai a spiegare dovrà essere uno di quelli che tu conosci molto bene e che ami spiegare. Inoltre, dovrà dare un reale beneficio di valore alla persona che lo riceve! Mi spiego meglio: se ad esempio vuoi creare un audio-corso in cui insegni a smettere di fumare dovrai avere dei contenuti comprovati, ovvero qualcosa che effettivamente una volta messo in pratica porti a raggiungere l’obiettivo prefissato.

In poche parole devi fare in modo che il 99% di chi compra rimanga soddisfatto!

separatore

SUDDIVIDI L’ARGOMENTO IN TRACCE E CREA UNO SCHEMA

 

Una volta suddiviso l’argomento in più capitoli, dovrai decidere che cosa trattare in ogni capitolo.

Per prima cosa dovrai inserire una traccia di benvenuto, in cui ti dovrai presentare e introdurre brevemente l’argomento di cui parlerai.

Nella seconda traccia invece passerai alla spiegazione dettagliata del programma, dove elencherai soprattutto i benefici che si potranno raggiungere a corso finito! Le prossime tracce saranno ovviamente dedicate al vivo dell’argomento. Il mio consiglio è di suddividere l’audio-corso in passaggi e tappe: l’apprendimento insomma dovrà avvenire step by step.

L’ultima traccia dovrà essere dedicata alla conclusione, in essa puoi inserire ad esempio le controindicazioni e i saluti finali.

Tracce audio-corso

separatore

LE 5 REGOLE PER FARE UN AUDIO-CORSO DI SUCCESSO

 

Ti spiegherò ora dei segreti molto utili che ti impediranno in futuro di pentirti magari del tuo operato!

  • PRIMA REGOLA: Usa un linguaggio consono con il TUO pubblico. Come dicevo, se per esempio sei un motociclista e ti rivolgi a un gruppo di appassionati come te, usa un linguaggio condiviso! Inserisci magari qua e là qualche battuta, così da spezzare la monotonia dare un po’ di tono al tutto.
  • SECONDA REGOLA: Impara a modulare la voce e non essere monofonico… Ci sono persone che, seppur molto brave, quando parlano ti annoiano e ti fanno addormentare! Il segreto? Non parlare sempre con lo stesso ritmo, rallenta ogni tanto per poi di nuovo ravvivare il discorso, in modo da mantenere viva l’attenzione.
  • TERZA REGOLA: Fai ascoltare le tracce ad altre persone e rifai i brani venuti male. Non avere paura di chiedere il parere di altre persone! Potrà risultare molto utile il consiglio e la visuale di diversi punti di vista. Inoltre, impara a riascoltarti e sii autocritico. Non lasciarti poi prendere dalla pigrizia e non accontentarti, se credi che un brano sia da migliorare, registralo nuovamente.
  • QUARTA REGOLA: Lascia sempre intravedere qualcosa di te e dai del tu all’ascoltatore. Secondo me questa regola vale sempre, perché si può essere educati e rispettosi nei confronti di chi c’è dall’altra parte anche senza dare del lei, anzi si mette molto più a proprio agio la persona. Questo fa sì, inoltre, che andando avanti nel tempo le persone si affezionino molto di più a te, vedendoti come un amico e una persona di fiducia! Puoi anche raccontare qualche scorcio della tua vita personale (sempre, ovviamente, senza esagerare).
  • QUINTA REGOLA: Non essere troppo didattico e soprattutto non leggere! Puoi tranquillamente tenere sottomano una traccia a cui dare un’occhiata ogni tanto per prendere spunto, ma non leggere tutto dall’inizio alla fine, altrimenti diventi appunto noiosissimo! Insomma, vai di pancia!

 

 

E con questo abbiamo finito la prima parte della nostra guida su come realizzare un audio-corso. Continua a seguirci per scoprire la seconda parte!

Francesco Ciaccia